Blog: http://orione.ilcannocchiale.it

APOCALISSE A ROMA


“Ad Albano Laziale, Comune che la voce dava come epicentro, molti cittadini si sono riversati sia all’URP che alla segreteria del sindaco per chiedere tutele e spiegazioni impauriti specie le mamme dei bimbi a scuola. Dal Comune il sindaco ha annullato tutti gli impegni per gestire la situazione hanno contattato tutti la Protezione civile e l’Ingv per chiedere spiegazioni e tutti gli organi di stampa che hanno potuto mettere in giro la notizia. Quindi è stato contattato il Tg3 regionale e Rds che hanno smentito la notizia.”

Si fa presto a dire “una bufala”. Basta non vivere ad Albano Laziale, nell’occhio del ciclone dei monatti dell’Apocalisse via web come possibile epicentro del terremoto devastante che dovrebbe radere al suolo la città eterna nel mese di maggio, tra due mesi. Se ogni mattina si accompagnano i figli all’asilo di Albano Laziale e la sera si guardano per televisione le immagini del terremoto/tsunami che ha messo in ginocchio la terza economia del mondo, probabilmente non è facile prenderla con la stessa, encomiabile, filosofia.

La “bufala” è in realtà una leggenda metropolitana antica, per chi vive nella capitale, che adesso è arrivata alla resa dei conti con la realtà. Maggio è alle porte, su Facebook ci si organizza, e la prova dei fatti potrà smentire il panico gratuito seminato dalla supposta predizione di Raffaele Bendandi. Secondo Giampaolo Giuliani, fisico in pensione assurto agli onori della cronaca per la serie di presunte previsioni del sisma d’Abruzzo del 2009 (messe a punto tramite lo studio del presunto gas radon, da lui individuato e utilizzato per i suoi “precursori sismici”) la configurazione astrale di quei giorni (11-13 maggio) rientra nella tipologia individuata da Bendandi per le sue previsioni (azzeccate, una persino registrata in anticipo dal notaio) durante tutto il Novecento.

Naturalmente non poteva mancare Nostradamus e due delle sue celebri quartine, che sembrano lo script di un filmone hollywoodiano, vengono messe in relazione col supposto sisma in arrivo. “Il Sole dentro i venti gradi del Toro così forte la terra trema, Il grande teatro riempito crollerà, L’aria, cielo e terra, oscurati e turbati, Quando l’infedele Dio e i santi invocherà”. I venti gradi del Toro corrisponderebbero al giorno 11 maggio (già oggetto di perversioni numerologiche) mentre il “grande teatro” sarebbe il Colosseo.

“Il terremoto così forte nel mese di Maggio, Saturno, Caper, Giove, Mercurio nel Toro: Venere, così nel Cancro, e Marte nella Vergine (Nonnay), Allora più grossa di un uovo la grandine cadrà.”

Tutto questo mentre andava in scena lo spettacolare perigeo lunare che ha dato adito, ovviamente, a ulteriori speculazioni. Secondo lo scienziato Arkady Tishkov “esiste una teoria secondo cui i cicli di attività sismica della Terra è strettamente correlata ai processi che si verificano sul Sole nonché alle fasi lunari. Attualmente la Luna si trova ad una distanza di circa 350 mila chilometri dalla Terra, ossia alla minimia distanza dal nostro pianeta. Naturalmente la sua massa ha un grande impatto sulla litosfera della Terra. A sua volta il Sole è all’apice della sua attività negli ultimi anni. La connessione tra questi fenomeni esiste realmente e si manifesta quasi sempre. I cicli dell’attività solare e lunare possono coincidere. Negli anni 2011 – 2015 è previsto il più alto ciclo di attività vulcanica e sismica sulla nostra Terra.” Insomma, buona Apocalisse a tutti.

L'articolo è stato pubblicato su The FrontPage.
L'immagine è stata presa qui.

Pubblicato il 23/3/2011 alle 12.16 nella rubrica SpiderWeb.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web