Blog: http://orione.ilcannocchiale.it

ODE A LEONIDA / 3


Caro Tato,
ti han spiegato,
sono stato un po' occupato;
al tuo quinto complemese
era assente anche il marchese.
Io tra alberghi e casi vari
devo far gli straordinari.
Son contento su per giù;
molto più se ci sei tu.
Di tue foto sono grato,
ma ti vedo un po' smagato;
mamma e nonna benedette
sono sempre un po' loffiette.
Tu sopportale per bene,
come a un conte si conviene.
Tra noi conti e nobiloni,
cortesie e buone azioni.
Risse, botte e ciò che è greve
son pel vulgo, per la plebe.
Qui bisogna anche capire
e perchè non so mentire,
io ti dico pari pari
che il più grande dei somari
certe volte è meglio assai
di color che cercano guai.
Meglio un giusto poveretto
che un signor senza rispetto.
Questa piccola morale
non dovrebbe farti male;
a te, mamma ed al papà
questo segno di amistà.
Tuo zione

Pubblicato il 28/7/2009 alle 23.1 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web