Blog: http://orione.ilcannocchiale.it

STRAORDINARIA UMILTÉ


Alle volte bisogna avere l'umiltà di subire delle condizioni oggettive, noi le subiamo.
Quella con il Pd sarà una convivenza faticosa, laboriosa, difficile, ma importante.

Ha commentato il vecchio pirata in merito all'accordo fra Radicali e Piddi.
Laboriosa o faticosa che sia, meno male che ha prevalso l'umilté. Già è piuttosto spiacevole assistere ogni giorno al mediashow papista di Ferrara e compagnia (tutti maschi con maroni più o meno pronunciati), figurarsi quando il delirio antiabortista approderà alle nuove camere.

Grazie all'umiltà l'Emma potrà toglierci lo sfizio di prendere
a calci in culo, dai banchi del Piddi per giunta, il circo di chierici abusivi che si sta per insediare in Parlamento. Se avesse vinto l'ego radicale se la sarebbe guardata in tv.

Grazie all'umilté i laici del Piddi avranno una sponda interna autorevole e mediaticamente cazzuta (pur con le rotture di palle che già preannuncia Pannella) e un partito transnazionale come nuovo interlocutore/osservatorio globale sui diritti civili e i temi di bioetica.

Sembra profilarsi un Piddi (e un eventuale governo) molto più articolato e meno banale del previsto in cui, se l'impostazione post-ideologica (o benaltrista che dir si voglia) di Uòlter tiene, magari si riesce a discutere (e a decidere qualcosa) di libertà di cura, politiche di riduzione del danno, libero accesso alla Rete, alle professioni e alle cattedre, liberalizzazione del p2p e dei derivati della canapa, bonifica degli ordini professionali e del mercato dei "media"...

Tutto per un soprassalto di umlté.

Pubblicato il 21/2/2008 alle 17.3 nella rubrica DeadMen.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web